Il bergamasco Cecco del Caravaggio. Vicenda e descrizione del ragazzo di Merisi

Il bergamasco Cecco del Caravaggio. Vicenda e descrizione del ragazzo di Merisi

Michelangelo Merisi motto il Caravaggio, Amor Vincit Omnia, 1602-1603, unguento contro tessuto, 156Г—113 cm, Staatliche Museen di Berlino. Affezione arido ГЁ Francesco Boneri, proverbio Cecco, fattorino e linea di Caravaggio

Assistente le dicerie romane dell’epoca, raccolte e tramandate da visitatori stranieri, periodo il giovanissimo interessato di Michelangelo Merisi. Fu di sicuro il adatto campione verso il oltre a grossolano di tutti i quadri dipinti dal maestro., Amor Vincit omnia, con cui il ragazzino, tredicenne, deposito scarno, impersonando affettuosità. Ulteriormente, Cecco del Caravaggio divenne verso sua evento artefice di assegno. Anzi di nascondersi nel vuoto

di Cecilia Bertolazzi

C vedi del Caravaggio. Quisquilia ancora che un epiteto verso anni. Di lui ci rimangono una ventina di straordinari dipinti e al momento troppi interrogativi. Rifare il pista della sua vitalità è che verificarsi un occasione nella comune: per tratti è lì, in fondo gli occhi, lucido e distinguibile. Appresso d’improvviso sparisce, deglutito dall’acqua. Perduto a causa di di continuo. Tuttavia tanto com’era scomparso d’un strappo riemerge. Di insolito lo possiamo trovare. Un singulto di apparizioni. Un fiato e appresso l’apnea e per mezzo di essa la mancanza di una convinzione.

Poche quelle in quanto puntellano la scarna vita dell’artista, ricomposta da Giovanni Papi con passaggio del indice verso lui specifico. Una precaria, ciononostante efficace trattato di cavità attraverso date, solo due le certe, tesi e dettagli di un’indagine spazio anni e attualmente con atto, accompagnata dalla avvedutezza in quanto una nuova, improvvisa rinvenimento potrebbe far crollare brandello delle impalcature fin in questo momento erette.

Unitamente siffatto indicazione accostiamoci alla ordinario e guardiamo ciГІ giacchГ© per tratti emerge e ci racconta di Cecco del Caravaggio.

Celebre unitamente questa anagrafe e attraverso i suoi contemporanei, colui cosicché si chiamò Francesco Buoneri ovvero Boneri fu il piuttosto potente e fedele seguace del Merisi. Un’ostinata ortodossia al abile confermata non soltanto dal reputazione, tuttavia persino dagli esiti della sua pittura, ne fa un artefice dalla intenso psiche, influenzata ed dal recupero di Savoldo decifrabile nelle alchimie luministiche e nella esaltazione neocinquecentesca della appianamento degli abiti. Caratteristiche rintracciabili nell’Andata al tormento, nel pena di san Sebastiano, nella ritorno alla vita, nelle Maddalene o nell’Amore al origine. Un cazzotto di opere dalla data concetto affinché custodiscono, per diversa moderazione, le lezioni dei maestri lombardi.

Cecco del Caravaggio, Decollazione del Battista

https://datingmentor.org/it/little-people-meet-review/

Del Merisi si ritrovano la maltrattamento espressiva, attribuibile alle opera napoletana, l’elevata clima delle epidermidi rossicce, i ghigni grotteschi, i tagli di bagliore. Il San Lorenzo, le coppia versioni del fabbricatore di strumenti musicali e la Decollazione del Battista sono in cambio di garanzia del donazione del Savoldo a causa di l’intensità emotiva delle pose e degli sguardi, durante i bianchi cangianti, gli azzurri elettrici e i rossi vellutati degli abiti, durante l’impostazione spaziale, obliqua rispetto allo testimone, dei personaggi. Da queste fonti il Boneri si abbevera spingendosi talvolta oltre, dove lo stesso Caravaggio non arrivò, liberando una trucco intrepido, spietata, iperrealista. Quadri carichi di invenzioni iconografiche, nitidi, crudi cosicché li rendevano aspri da capire e da manifestare.

Che avvenne in la ritorno alla vita, di cui ГЁ possibile mostrare una datazione certa: 1619-20. Invero il brandello temporale nel quale Cecco si muove, con una certa affidabilitГ , frammezzo a Lombardia, Roma e Napoli va dal 1588-9, probabile scadenza di nascita, fino appunto al 1620. La sensazione ГЁ quella di una successo assai breve, bruciata nell’arco di tre lustri al supremo e interrotta all’incirca da una fine improvvisa. Il complessivo calma dietro il seguente decennio del Seicento autorizza purchessia congettura. Durante codesto pausa si fissano con convinzione paio date. Nel 1619 Agostino Tassi, mediante ciascuno dei tanti processi dell’epoca, rilascia una affermazione che ci offre la avanti aspetto di Cecco artista. Tassi, sei anni inizialmente, etГ  impegnato nella addobbo di campagna Lante a Bagnaia, “ et io alloggiava nel medesimo confusione con quelli francesi cosicchГ© tutti stavano nella medesima camera e meco ce stava Ceccho del Caravaggio”. L’affresco, affinchГ© servizio militare la gente di Dario presentata a Alessandro, ГЁ il iniziale principio per cui agganciare la elaborazione romana di Cecco.

L’altra sicurezza si ritrova nella bilancio dei documenti Guicciardini. Essi dettagliano i pagamenti di tre pale commissionate verso la oratorio della parentela di Piero Guicciardini nella oratorio fiorentina di Santa Felicita. Nella patrimonio pontificia l’ambasciatore dei Medici reclutò tre protagonisti dalla “schola caravaggesca”, tra cui Cecco, per cui venne richiesta una rinascita, oggigiorno conservata presso l’Art Institute di Chicago.

Cecco del Caravaggio, affezione al ragione

Cecco, giacché mediante alcuni passi delle carte viene registrato addirittura come Francesco Buoneri, terminò l’opera nel giugno del 1620, che provano i pagamenti. Tuttavia il colorato non piacque, e pochi mesi alle spalle venne licenziato sul commercio. Ad acquistarlo fu Scipione Benestante. L’episodio potrebbe prendere un concetto piuttosto arcano di una agevole azione mercantile. Lui difatti diventerebbe un posteriore legame fra Cecco e il Merisi, specifico in quanto il fondamentale in precedenza quindici anni prima aveva ottenuto quadri del Caravaggio similmente disorientanti, durante il gusto dell’epoca, modo la monna dei palafrenieri. Per chiudere il intenso relazione in mezzo a i due artisti interviene ed il insigne annotazione del escursionista inglese Richard Symonds, di varco sopra Italia fra il 1649 e il 1651. Egli ebbe apertura alla porticato Giustiniani, se epoca difeso l’Amore terreno del Merisi. Quegli che posò in il desideroso fu, nel 1601, il tredicenne Cecco. “Checco del Caravaggio he called many he painted was his boy… it was ye body and face of his owne boy or servant thait laid with him” .

Parole illuminanti. Cecco allora avanti di essere artista fu campione. Tuttavia quel “del” nel cuore del soprannome di Francesco ribadisce oltre a giacché mai proprietà, dominio, addirittura sensuale, esercitati dal Caravaggio nei confronti di quel garzoncello nero perché “si giaceva per mezzo di lui”. Una preposizione in quanto lista non abbandonato l’origine italiana di Boneri, alle spalle affinché attraverso anni gli furono attribuiti natali fiamminghi, spagnoli e francesi, tuttavia che svela ed una pretesto di affetti. Un legaccio affettuoso affinché sarebbe governo tramandato quantomeno magro al 1650. Un “del” , in conclusione, cosicché consegna per quel bramoso una forma di primogenitura, maniera quello perché poteva vantarsi di avere luogo “discendenza” diretta del Caravaggio.